FERMIAMO IL GENOCIDIO CONTROLLATO

opinioni

Quale gioia più intensa per una coppia che dare alla luce un figlio, un giovane pargoletto che continui le tradizioni di famiglia, porti nel suo cuore l’affetto e l’amore che negli anni i genitori hanno saputo esprimere, proteggendolo ed aiutandolo con preziosi insegnamenti ed infinita pazienza.
E quale infinita gioia saperlo a sua volta genitore, un padre o una madre in grado di rendervi i nonni più felici del mondo.
Oggi pare che questo ragionamento però sia impossibile, oberati da impegni e schiacciati dalle insicurezze che questo sistema ci ha imposto ,moltissime coppie si negano la possibilità di dare alla luce un figlio, temendo giustamente di non poterlo mantenere adeguatamente.
I bassissimi livelli di natalità tra gli italiani sono usati come scusa dai potenti europeisti per affermare l’utilità dell’immigrazione incontrollata a cui stiamo assistendo, e questo disegno appare sempre di più un genocidio controllato della nostra cultura e delle nostre tradizioni.
Ma forse c’è una speranza, il Reddito nazionale di natalità, la proposta di legge di iniziativa popolare lanciata da CasaPound Italia che prevede che i bambini nati da genitori italiani ricevano 500 euro al mese fino al compimento dei 16 anni.
Il provvedimento sarebbe finanziato tagliando i fondi destinati alle cooperative che lucrano sull’immigrazione e sul mantenimento degli immigrati nei centri d’accoglienza.
I riscontri di questa iniziativa emersi dai banchetti in tutta Italia – spiega CasaPound – sono entusiastici, infatti questa appare essere una proposta concreta, necessaria e lungimirante, oltre che perfettamente praticabile.
Gli italiani sono stanchi di una politica che pensa sempre prima agli altri, occorre sostenere le famiglie italiane e i loro bambini.
Il Reddito nazionale di natalità può diventare realtà.
Invitiamo i cittadini ad informarsi sui luoghi in cui sarà possibile firmare per sostenere la proposta e poterla portare in Parlamento.

Saranno predisposti banchetti nei principali mercati di torino

Si può già firmare presso:

All’Asso di Bastoni, in via Cellini 22,
ogni sera dalle 21

Uscocchia, via mombasiglio 22,
dal mercoledì al sabato dalle 15.30 alle 19

Ed in tutte le sedi di CasaPound in Italia

Christian Longatti
Andrea Gunetti

Lascia un commento