IL RATATATA’ DELLA LIBERTA

opinioni

Due settimane fa ci è stato chiesto da un caro amico di sospendere temporaneamente la pubblicazione degli  articoli politici al fine di permettere alla sezione della Lega Nord di Torino di ritornare alla normalità, uscendo quindi dall’empasse del commissariamento che da anni logora, assottiglia e distrugge la compagine leghista del capoluogo piemontese.
Oggi scade il termine che avevamo concordato e quindi, cari amici, l’ingrato torna ad affrontare le spinose questioni politiche di torino nel modo più ingrato ed irriverente.
Carichi d’energia, grazie a questa vacanza, ci dedicheremo alla nostra più sacra missione, dire ai cittadini la verità.
Verità che vi nascondono, dietro ad accordi oscuri e vergognosi si spartiscono ruoli e potere all’unico scopo di mantenere il controllo su di Voi ed il culo sulla poltrona.
Noi ingrati siamo fortunati poiché  alle poltrone, sopratutto in questo periodo, preferiamo le sedie a sdraio, un ombrellone, un paio di mojito.
Ed è proprio dalla spiaggia che vi stiamo scrivendo, alla faccia vostra, e di chi gli rode ogni riga che scriviamo.
Analizzeremo il lavoro di ogni gaglioffo o gaglioffa che vi sta mentendo, e lo inviteremo a calarsi nell’orrido buco che egli stesso ha scavato per lui, iniquo mentitore.
Liberiamoci da pezzenti e da paraculi professionisti, ormai la politica per costoro è un concetto antiquato e dimenticato, ne rimane solo la parte più sordida, che a noi schifa più di ogni altra cosa.
A noi piacciono le parole semplici, libertà, sincerità, semplicità, ma non bastano, noi aggiungiamo: aggressività, letalità ed anche ratatatà, tanto ratatatà.

Christian Longatti
Andrea Gunetti

Lascia un commento