LA VERA LEGA RINASCE DA POIRINO

Personaggi, Storia

Ingrati ed ingrate,

Ieri sera a Poirino si è tenuta una cena in onore di Umberto Bossi, che ha da poco compiuto gli anni.
Inutile dire che c’eravamo anche noi, e quello che abbiamo visto ci è piaciuto.
A quanto pare c’è lega e lega, quella dei selfie e dei populismi ieri sera grazie al cielo non era presente.
Umberto Bossi, in seguito, ha preso la parola e lucido e diretto ha espresso con chiarezza alcuni punti chiave atti a definire il momento tragico che attualmente la lega sta vivendo.
Esiste, sostiene il fondatore della lega nord, una consistente fetta di leghisti che di fatto sono propensi a seguire la sua corrente, (in relazione al numero dei presenti possiamo confermarlo) in antitesi a quella salviniana.
Le epurazioni effettuate dal federale negli ultimi mesi hanno esacerbato gli animi di sempre più militanti che si sono stretti attorno alla figura del padre fondatore.
Una corrente quindi, che avrebbe nel caso in cui Matteo Salvini accettasse questo accordo, funzioni non solo legate al mantenimento di una democrazia Interna ma anche di controllo sulle espulsioni che ormai stanno diventando indiscriminate.
Nell’eventualità tuttavia che il nuovo segretario faccia orecchie da mercante, le possibilità per il Senatur non sono affatto finite.
Sia il nuovo partito Grande Nord, presente in sala con i suoi più autorevoli rappresentanti a livello nazionale e regionale, che il caro amico di Umberto, Silvio Berlusconi, hanno espresso l’intenzione di accoglierlo con i suoi sodali senza se e senza ma.
La palla passa quindi a Salvini, capirà l’antifona?
In base ai nuovi sondaggi se non si riuscisse a ricucire questo gravissimo strappo, la lega Nord di Salvini rischierebbe di perdere prudentemente dai 3 ai 6 punti percentuali.

Cosa accadrà?

Il seguito alla prossima puntata.

Christian Longatti
Andrea Gunetti

4 comments

  • Perchè regalare i voti Veri Leghisti a Berlusconi? Nn capisco … Speriamo non accada e se divisione dovrà essere sia consensuale e incentrata sulla similitudine tedesca della
    Ccd – Cdu.

  • da un punto di vista ideologico ormai la Lega di Bossi ha poco da spartire con le ideologie salviniane, considerando poi l’attitudine puramente propagandistica di salvini, che nei fatti ha più volte votato emendamenti opposti alle sue più sbandierate ideologie, possiamo più facilmente concepire un’alleanza con Berlusconi o col Grande Nord finalizzata al raggiungimento di una forma di federalismo padano.

  • Esiste una dichiarazione pubblica di questa affermazione? “Silvio Berlusconi, ha espresso l’intenzione di accoglierlo con i suoi sodali senza se e senza ma.”

  • Questa dichiarazione è stata fatta da Umberto Bossi durante la cena della scorsa settimana.

Comments are closed.