INTERVISTA A “PAPU” IL GATTO CHE HA FATTO IL SELFIE CON SALVINI

Animali, Personaggi

Il gatto dei selfie salviniani ci ha concesso una esclusiva intervista per chiarire la situazione che sta per lui diventando intollerabile.

  • Buon giorno Papu, Lei ci ha chiamato per chiarire la situazione, qual’è il problema?

“Prima di tutto non mi chiamo Papu ma Orazio, e in tutta la mia vita ho sempre voluto stare lontano dai social network, che reputo una perdita di tempo, considerato che devo mantenermi cacciando ratti per le strade.
L’altra sera mentre stavo lavorando, ed ero proprio li li che puntavo un grosso sorcio, già pregustavo la lauta cena, arriva questo bell’imbusto con la sua orda di sgherri al seguito, armati di cellulari, fotocamere, rumorosi e fastidiosi.
Il rumore fa scappare il sorcio ed io rimango a bocca asciutta, tre ore di appostamenti andati in fumo.
Sarebbe già bastato per definire quella giornata come una di quelle “no” ma a quanto pare la sfiga aveva deciso per una svolta peggiore… molto peggiore.
Il gruppetto inquietante mi vede e si mette a discutere sul da farsi, a quel punto mi immagino il peggio.
Dovete sapere che essendo gatto capisco gli umani e so bene da chi andare per una coccola serale o per qualche crocchetta ebbene, anche se fossi stato alla fame, non mi sarei mai avvicinato a quei tipi.
Mi trovavo purtroppo in una strada che non mi consentiva di scappare e mentre riflettevo tutta quella gente si è avvicinata a me da diversi lati, impedendomi ogni via di fuga.
A quel punto, quello che mi è parso il capo della banda mi si avvicina con fare mellifluo e falzo, mi guarda e fulmineo scatta una foto con quell’aggeggio che voi umani usate anche per andare al cesso.
Il giorno dopo scopro che mi hanno messo su Facebook, senza neanche preoccuparsi di chiedermi il permesso.
Voglio dire a costui che se torna in Sicilia vengo ad aspettarlo coi miei fratelli e cugini, in tutto siamo circa 2000 , e poi vediamo chi fa’ il selfie a chi…

  • quindi Papu… mmm scusi Orazio, Lei ci dice che contro la sua volontà è stato usato a scopo propagandistico?

“Certamente, non vede che nella foto non guardo neanche verso l’obiettivo, che ho un atteggiamento dimesso e timoroso?.
Avevo paura e non sapevo cosa fare, temevo per la mia incolumità fisica ma sopratutto mentale”

  • Grazie Orazio per le tue dichiarazioni, speriamo che questo misunderstanding venga presto chiarito, le auguriamo una buona caccia!.

Christian Longatti
Andrea Gunetti

Lascia un commento