DISCORSI D’ODIO, COME LI ODIO

Una signora che urla frasi folli e frutto di dissociazione mentale contro le forze dell’ordine è diventata un caso mediatico.
In questa vigilia elettorale incandescente non c’è fine al peggio, tutte le parti in causa hanno saputo tirare fuori il peggio dalle loro truppe cammelllate.

LA FIERA DELLE COMPETENZE

Per decenni non ci si badava più di tanto ;non ci badavano i partiti più tradizionali che proponevano quasi esclusivamente le persone provenienti da scuole di partito oppure quelle collegate e radicate sul territorio con legami più’ o meno limpidi col tessuto sociale ma in grado di farsi conferire consenso e, nemmeno, i partiti più avanguardisti,di rottura col sistema ,che invece privilegiavano persone ritenute coerenti con i loro più spinti ideali.

I GUERRIERI DELLA NOTTE E IL SUCCESSO DI UN FILM SENZA TEMPO

Quel suono. Dannatamente iconico quanto terribilmente inquietante. Quelle bottigliette di vetro sbattute una contro l’altra. Uno sguardo psicotico, vacuo. E quella battuta entrata oramai di diritto nella storia del cinema: “Guerrieriiiii… Giochiamo a fare la guerra?”. Questo è solo uno dei tanti momenti memorabili che hanno reso The Warriors, in Italia conosciuto come I Guerrieri della Notte, una pellicola senza tempo. Epico come i suoi titoli di testa, accompagnati dalla colonna sonora composta da Barry De Vorzon, in grado di creare una canzone che diventa l’essenza stessa della pellicola. Un film cult in grado di fotografare le paure, le isterie e le ipocrisie di una metropoli come New York, che di notte diventa terra di conquista per le numerose gang giovanili che controllano le strade e che si fanno la guerra una contro l’altra.

FORZA ITALIA, SERATA DI SUCCESSO AL TURIN PALACE

Ieri sera si è tenuta al Turin Palace in Via Sacchi un’incontro con i candidati di Forza Italia in cui si è parlato diffusamente del programma elettorale e dei rischi connessi nel continuare a sostenere governi inadeguati a risolvere i pressanti problemi che la nazione sta affrontando.
Enzo Ghigo, Ex Governatore del Piemonte ha presentato i tre principali candidati in Piemonte: Lucio Malan, Paolo Zangrillo e Claudia Porchietto.

L’OROLOGIO DI MILANO FA TIC TAC

L’ormai “vecchia novità” portata in campo dai 5 stelle nell’utilizzo del web a scopo propagandistico è è ormai sdoganata e altri mercificato hanno colto le potenzialità dello strumento, come ci suggerisce il “fenomeno” salviniano.
La gente non si informa più, questo era un dato di fatto anche nelle precedenti elezioni, ma attualmente siamo di fronte ad un nuovo strumento che semplicemente indottrina l’elettore trasformandolo in un lobotomizzato funzionale chiuso in un recinto ideologico foraggiato a dovere, a corrente continua da un fronte di informazioni paradossalmente a senso unico.

L’INGRATO INTERVISTA MARCO RACCA – CasaPound Italia

Intervista a tutto tondo, si sono trattate tematiche sociali e culturali comunemente lasciate da parte dalle altre parti politiche durante questa populistica campagna elettorale.
Un dialogo completo ed esaustivo che ha lo scopo di fornire agli elettori i mezzi per poter valutare coerentemente su quale simbolo apporre la fatidica X.

LA VIOLENZA NON HA BISOGNO DI SCUSE

Manifestanti dei centri sociali provocano la polizia per costringere gli agenti ad attivare gli idranti, protesta contro la destra? No strategia per fare la doccia gratis.

ALICE IN CHAINS, L’ANIMA OSCURA DEL GRUNGE

Se parliamo di Grunge, la maggior parte delle persone citano sempre e solo i Nirvana. Il gruppo di Kurt Cobain, Dave Grohl e Krist Novoselic hanno permesso all’industria discografica e al mondo di conoscere quello che, prima della pubblicazione di Nevermind del 1991, era considerata una moda tra giovani capelloni a cui piaceva andare in giro con strane camice a quadri da boscaioli e jeans strappati. Il primo lavoro in studio della band di Cobain era un concentrato di rabbia giovanile, disagio esistenziale e sociale tramutato in un rombo di tuono che si propagava dai loro amplificatori valvolari per arrivare a scompigliare le vaporose capigliature di coloro che ruotavano ancora nel mondo del Glam Rock

INTERVISTA A WALTER TOGNI

Oggi noi ingrati abbiamo intervistato per voi Walter Togni, il responsabile di Grande Nord per il Canavese e per le valli di Lanzo.
Una intervista ingrata, in cui si è parlato apertamente di argomenti di varia natura, territorio, lavoro ed ambiente.
Molti gli spunti interessanti che sono emersi da questo incontro, ed interessanti le proposte scaturite.
Vi proponiamo il video integrale dell’intervista e vi esortiamo a comunicarci le vostre considerazioni.
Buona visione ingrati!.

CARLOS SANTANA, LO SCIAMANO DELL’ASSOLO

Carlos Santana e il suo gruppo vanno oltre il semplice concetto di rock band. Sono stati la colonna sonora di una generazione, di un determinato periodo storico che utilizzava gli assoli di chitarra per entrare nelle pieghe più recondite delle coscienze. Era una ventata di novità all’interno di un panorama musicale che era in costante fermento, che aveva tanto da dire e parecchio da offrire. Furono i pionieri di una nuova sperimentazione sonora che non aveva precedenti. Riuscirono infatti a mescolare generi musicali all’apparenza molto diversi tra loro quali il rock, la salsa, il blues e la fusion. Il tutto accompagnata dalla straordinaria abilità strumentale di Santana, il quale era in grado di dare anima alla sua chitarra elettrica e di farla cantare per mezzo dei suoi epici assoli con i quali ha scritto una delle pagine più belle della storia del rock.