QUANDO IL “NEMICO” CAMBIA NOME MA NON FORMA

Bad Literature INC, Punti di Vista di Mario Catania

“..spesso er nemmico è l’ombra che se crea pè conservà un’idea: nun c’è mica bisogno che ce sia” ( Trilussa. Er nemmico.) . Ho sempre pensato che questa affermazione del grande poeta portasse con se’ molto di vero ed altrettanto di geniale. Oggi la notizia è il bombardamento in Siria, domani le elezioni, dopodomani un attacco dell’Isis…Poi, come per magia, non si sente più parlare di Isis, la Siria passa, nei telegiornali, dopo la sconfitta della Juventus, Al Qaeda sembra essersi dissolta nel nulla ed eccoci qua, pronti ad aspettare la notizia di un nuovo nemico! Buffo, non vi sembra? Allora, forse, le parole di Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri, poeta, giornalista e scrittore noto per le sue composizioni in dialetto romanesco, trovano una collocazione ben precisa anche oggi, a quasi settant’anni dalla sua morte. Distruggere è molto più agevole che costruire…quando ogni cosa vada male è, infatti, più semplice affermare che tutto sia sbagliato piuttosto che proporre un’idea per cambiare la situazione. Ecco, allora, che tutti, dal macro al micro mondo, cercano di focalizzare l’attenzione sull’esistenza di un nemico, vero o presunto che esso sia, piuttosto che proporre idee realistiche e realizzabili. Eh già, forse è proprio la parola “idee” a fare paura! Ma un’idea Machiavelli ne “Il Principe” l’aveva avuta…”Il principe non deve essere ciò che è ma sembrare ciò che i sudditi vogliono che sia”. Affermazione geniale quanto terrificante che, trasposta a tutti noi, piccole formichine nel mondo, ignari ed avulsi dalle grandi verità mondiali, ci porta ad intendere come nessuno mai potrà, nemmeno lontanamente, avvicinarsi alle ragioni degli equilibri dei quali siamo spettatori. Mi conforta, in tutto questo assistere impotente a bombardamenti mediatici, la convinzione che una terza guerra mondiale non scoppierà poiché nessuno potrebbe averne interessi, neppure economici, visto che, purtroppo, l’industria della Guerra è, ad oggi, fin troppo prosperosa ed in attivo!

Mario Catania

 

Lascia un commento