PIAZZA D’ARMI 2018. A CAVALLO DELLA CULTURA TRA PASSATO E FUTURO

Bad Literature INC, Punti di Vista di Mario Catania

Nei giorni di venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 Maggio, a Torino, si terrà una manifestazione intitolata “Piazza d’armi 2018. A cavallo della cultura tra passato e futuro.” La Federazione Italiana Sport Equestri ed il Comitato Regionale FISE Piemonte hanno voluto prendere spunto dalle celebrazioni per i centocinquant’anni dalla nascita di Federigo Caprilli, il padre dell’equitazione moderna, per creare qualcosa di nuovo nella nostra città. Non ci siamo, infatti, limitati a proporre un evento equestre il quale avrebbe raccolto il pubblico degli appassionati e nulla piu’ ma abbiamo voluto portare, in una delle Piazze storiche della nostra città, un’equitazione dove atleti di livello, anche olimpionico, metteranno a disposizione le loro abilità per creare spettacolo. Ecco, è proprio questo cio’ che vorremmo fare: dare vita ad un evento letterario in Torino dove l’equitazione dia spettacolo di sè anche al di fuori degli ambienti ad essa, per così dire, riservati. Ricordando, poi, le parole di una delle canzoni più belle di Whitney Houston “I believe the children are our future…” abbiamo deciso di offrire in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, una duplice opportunità a tutti i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado di Torino e provincia: quella di poter partecipare all’evento come coprotagonisti, nella prima giornata accompagnati dagli insegnanti e, nelle successive, con le famiglie e quella di partecipare ad un vero Premio letterario a mezzo del quale è stata messa in palio la pubblicazione gratuita di un libro di loro racconti. Un “punto di vista” diverso sia per Torino che per il mondo dell’equitazione. Per chi mi conosca, magari anche solo facendomi il grande onore di leggere quello che scrivo, credo sia evidente l’orgoglio con il quale escono dalla mia penna queste parole. Che dire? E’ vero, sono orgoglioso del lavoro che stiamo, tutti insieme, portando avanti per la nostra città. Creare dal nulla un evento nuovo non è certo semplice ma, di sicuro, affascinante e lo è ancora di più quando la kermesse porti con sé, appunto, passato e futuro: cavalli, Storia, storia dell’equitazione, storia della nostra città, carrozze, macchine, scuole, libri…cos’altro si può immaginare? Ah, dimenticavo: verrà anche dato spazio alla cultura della sicurezza a cavallo, argomento che, chi mi legga da sempre, sa quanto mi stia a cuore!

 

 

Mario Catania

 

Lascia un commento