UN GIORNO IN PRETURA PRIMA PARTE

Bad Literature INC, Punti di Vista di Mario Catania

Siccome la mia professione rimane sempre quella dello scrittore di thriller, vorrei riportare due avvenimenti reali nei quali il “punto di vista” dell’ inquirente ha fatto la differenza. Il primo riguarda l’assassinio di una donna, una ragazza marocchina di religione musulmana la quale venne trovata in un lago di sangue, morta a causa di un colpo alla testa. Di tale delitto fu accusato immediatamente il compagno, un italiano, che avrebbe rischiato la condanna per omicidio se non fosse stato per l’intuizione di un magistrato, per altro mio grande amico. Il Pubblico Ministero in questione venne insospettito, appunto, dalla posizione in cui era stato rinvenuto il cadavere, il quale si trovava adagiato sul fianco destro in una condizione assolutamente innaturale, con le braccia quasi conserte e le gambe distese. I musulmani, per rispetto nei confronti dei morti, li posizionano, nel momento del trapasso, proprio di schiena o sul fianco destro con il volto in direzione della Mecca, la stessa in cui rivolgono le loro preghiere, circa 123 gradi a sud est…E’ un po’ come il nostro gesto di chiudere Loro gli occhi: un atto di rispetto e pietà che non sarebbe stato logico per chi si fosse macchiato di un delitto tanto efferato! Il Magistrato ebbe, allora, l’intuizione di comprendere come l’assassino fosse potuto essere una persona molto vicina e legata alla vittima, tanto da volerle dare degna sepoltura ma anche appartenente alla religione musulmana. Fu una semplice intuizione la quale non provò, per certo, alcunché ma bastò per spostare i sospetti verso il fratello della donna. Da questa idea o, meglio, da questo sospetto, ripresero le indagini le quali portarono a scoprire forti attriti tra la ragazza ed il proprio fratello a causa dell’ostilità di questi all’unione con un uomo di religione non musulmana. Dopo qualche tempo gli inquirenti arrivarono a concludere che la donna fosse stata uccisa dal fratello e non dal compagno come inizialmente tutti gli indizi avevano fatto supporre e, grazie a questa intuizione di un Magistrato, un innocente non è stato condannato a passare il resto dei suoi giorni in un carcere…TO BE CONTINUED…

Mario Catania

 

Lascia un commento