QUEENS OF THE STONE AGE, LA STRAFOTTENZA SONORA AL POTERE

I Queens Of The Stone Age sono ormai una certezza all’interno del rock moderno. Diventati famosi grazie anche al loro chitarrista, cantante e unico membro fondatore a far ancora parte della band dalla sua fondazione Josh Homme, hanno saputo portare all’attenzione di un pubblico più ampio il mondo del cosiddetto Stoner Rock.

A VOLTE RITORNO, IL LATO “UMANO” DI GESU’

La storia e la figura di Gesù Cristo è stata oggetto di numerosi film e libri che nel tempo sono serviti a riabilitarne la figura o la credenza anche agli occhi delle nuove generazioni. Complice anche la numerosa tecnologia che si sono ritrovati in mano praticamente appena nati e che da loro la possibilità di accedere ad una quantità di notizie e risorse che le generazioni che le hanno preceduti non avevano modo di fruire alla stessa maniera.

FLOYD MAYWEAHTER JR., IL PUGILE MILIARDARIO

Floyd Mayweather Jr. fa parte di quella schiera di atleti che ha avuto il destino segnato fin dalla più tenera età. Figlio di Floyd Mayweather Sr. e nipote di Jeff e Roger Mayweather non poteva che avere la Nobile Arte insita nel suo corredo genetico. Ma non tutto è stato rose e fiori. Il ragazzo possedeva un talento innato ma era sottoposto a degli allenamenti estenuanti da parte del padre, il quale non era solito portalo al cinema o al parco a giocare come facevano tutti gli altri padri con i loro figli.

I RAINBOW, TUTTI I COLORI DEL ROCK + 1

L’arcobaleno creativo di Ritchie Blackmore è stato, fin dai suoi esordi, un progetto in grado di dare colore al mondo dell’heavy metal grazie alle sue sonorità in grado di gettare le basi per quello che sarebbe stato definito negli anni come epic metal. I Rainbow, fondati nel 1974 dal chitarrista dei Deep Purple Richie Blackmore, furono un concentrato di estro all’ennesima potenza caratterizzato dalle abilità dei suoi singoli componenti.

I PINK FLOYD, THE DARK SIDE OF ROCK

I Pink Floyd. Un concetto che travalica il semplice concetto di musica. Quello che sono riusciti a fare Roger Waters, Nick Mason, David Gilmour e Richard Wright non è stato semplicemente ficcarsi in una sala di incisione e vendere dischi, ma distribuire sogni sonori che dipanano la loro mistica essenza ogni qual volta si viene a contatto con le note delle loro canzoni e dei loro album.

JACK WHITE, L’ANTICONFORMISTA DEL ROCK

Jack White era quello che da diverso tempo non aveva la fortuna di accadere nel mondo del rock. Il suo è una sorta di bipolarismo artistico capace di creare qualcosa in grado di lasciare il segno, qualsiasi sia l’esperienza musicale che sta portando avanti. Ha avuto modo di dimostrarlo con i White Stripes e con la sua carriera solista di tutto rispetto.

ONEREPUBLIC, IL SUONO MODERNO DEL POP

Negli ultimi anni il panorama della musica pop è decisamente cambiato. Non ci sono più quegli artisti in grado di creare delle canzoni che possano rimanere scolpite nelle pieghe del tempo per poi essere riesumate fischiettandole mentre passano distrattamente in qualche stazione radiofonica mentre siamo impegnati a guidare, a sudare in palestra o in qualche serata in discoteca.

LINO BANFI, L’ULTIMA MASCHERA DELLA COMMEDIA ALL’ITALI(E)NA

Tra i tanti volti che hanno reso grande la commedia all’italiana quello di Lino Banfi è sicuramente uno tra i più importanti. Il comico pugliese deve il suo successo ad alcune pellicole entrate di diritto nella storia della commedia sexy all’italiana, riuscendo però a dimostrare nel corso degli anni di essere un attore a tutto tondo in grado di adattarsi anche a ruoli decisamente diversi rispetto a quelli che lo hanno portato alle luci della ribalta.

I PUNKREAS, QUEL PUNK ITALIANO INNOVATIVO E ROBUSTO

Fate un breve esperimento: accendete la radio e ascoltate ciò che oggigiorno ci viene propinato. Poi fatevi un favore: spegnetela. Avrete così un quadro chiaro di come i tempi siano cambiati. Questo non vuole essere un manifesto della filosofia del si stava meglio quando si stava peggio che va tanto di moda ultimamente, ma l’amara constatazione di come qualcosa si sia perso per strada.

I RAGAZZI DELLA ROMA VIOLENTA, PIU’ REALTA’ CHE FINZIONE

La cinematografia italiana di genere degli anni Settanta presenta sempre delle rarissime perle che non aspettano altro che essere portate alla luce dalle tenebre del tempo. In un periodo di grande fermento socio- culturale la Settima Arte si è fatta testimone di questa delicata pagina della storia italiana, sfornando diversi film di denuncia sociale che sono stoccate precise (e talvolta davvero letali) ad un sistema che deviava dalla legalità senza troppe misure nè complimenti.