I DISCHI VOLANTI DEL ROCK INVADONO FIRENZE

musica

Arriva l’estate ed è tempo di grandi festival musicali. Il binomio tra la bella stagione e il rock è sempre fonte di grande divertimento, specialmente se vi sono concerti che assumono connotati leggendari in grado di far impazzire i rockers accorsi a sentire la propria band preferita.

E’ il caso del Firenze Rocks, giunto quest’anno alla sua seconda edizione, che decreta il capoluogo toscano la capitale europea del rock per tutta la durata della kermesse. Nella serata di ieri, 14 giugno, l’esibizione più attesa dal numeroso pubblico accorso alla Visarno Arena ( circa 70.000 persone) era senza ombra di dubbio quella dei Foo Fighters.

La band capitanata da Dave Grohl non ha di certo deluso le aspettative e si è esibita dando vita ad una scaletta supersonica, in grado di spaziare dai brani del loro ultimo album Concrete & Gold alle hit che negli anni hanno permesso loro di raggiungere la fama mondiale.

Grohl è un vero e proprio animale da palcoscenico, in costante bisogno dell’energia del pubblico che risponde calorosamente quando il frontman dei Foo Fighters interagisce con loro. Canta, suona, salta e si dimena come un disperato, capace di diffondere la sua inesauribile energia atomica.

Ma il pubblico va letteralmente in orbita quando sul palco fanno il loro ingresso i Guns ‘N’ Roses. Esattamente, una delle band più seguite ed apprezzate del rock moderno divide la scena con gli ultimi mostri sacri dell’hard rock durante l’esecuzione di It’s So Easy dei Guns.

I Foo Fighters e i Guns’N’Roses su quel palco hanno scritto la storia, riuscendo ad unire ben due generazioni di rockers sotto la stessa bandiera emotiva che ha fatto scatenare i fortunati presenti in quello che è stato un concerto fottutamente leggendario. E le emozioni rock non sono che all’inizio!

Hank Cignatta