COVID – 19 E IL PARADOSSO DEL TEMPO CHE MUORE.

Lo status di blocco in cui l’individuo si è visto costretto a rimanere, da un momento all’altro, a seguito del proclamato stato di emergenza nazionale per Covid-19, ha fatto sorgere tra le persone una doppia reazione: c’è chi vi ha colto un’opportunità per riappropriarsi di sé e degli affetti, c’è chi invece ha sviluppato un atteggiamento agorafobico (o claustrofobico?) e isterico verso un tempo libero che non riesce né a colmare, né a trascorrere. In questo articolo parleremo del secondo caso, un vero paradosso che si diffonde in concomitanza al virus. 

Leggi il seguito

IN QUARANTENA (IN)FORMATI, MUSEI VIRTUALI!

Sollazzi Alternativi per i Bollenti Spiriti
In esclusiva e solo per i cittadini italiani, il sito PornHub ha deciso, oltre ad unirsi alla raccolta fondi in sostegno dell’Ospedale San Raffaele di Milano, di regalare per il mese di Marzo il Servizio Premium per intrattenere e regalare agli utenti momenti di piacere anche in quarantena. Basta accedere alla home del sito ufficiale > cliccare sulla barra “Forza Italia, We Love You” > cliccare alla voce “Accedi Gratuitamente” > Inserire Nome Utente e Password a vostra scelta e l’indirizzo email e cliccate Avanti >  cliccare su “Attiva Pornhub Premium” > controllate la mail per la validazione del vostro account e … buon divertimento! 

Leggi il seguito

IL PERICOLO DI UN LIBRO IN QUARANTENA

Augurandoci che la quarantena stia proseguendo nel rispetto delle norme previste e nel rispetto della comunità, quest’oggi L’Ingrato fa compagnia ai suoi lettori, grandi e piccini, con dei consigli di narrativa e letteratura. 
Cogliere l’occasione per riflettere, anche sfogliando un libro, è un ottimo modo per trascorrere il tempo libero, un modo per condividere dei pensieri, per parlare di temi sensibili, per cambiare la nostra vita.

Leggi il seguito

CINEMA DA QUARANTENA!

La redazione de L’Ingrato non lascia soli i suoi lettori e cerca di accondiscendere alle esigenze e diletti di ciascuno: tra le prime proposte, infatti, ecco una breve lista di film per grandi e piccini, alcuni conosciuti, altri davvero originari e atti a far riflettere a cui segue link del trailer. 
Di seguito si riportano i titoli, con una breve panoramica e annessi link

Leggi il seguito

SEI IGNORANTE E QUINDI TACI

Fintanto che la nevrosi di massa dilaga e il coronavirus distribuisce lauree “honoris causa” a tutti gli assidui frequentatori dei social network, mai come in questo periodo si nota un crescente interesse per la medicina e il suo linguaggio affascinante, quanto complesso e decisamente mal utilizzato, il cosiddetto “gergo tecnico”. Ma è davvero di gergo ciò di cui si sta parlando? 

Leggi il seguito

DISEGNARE IL TORMENTO

Un omaggio, questo, ad un grande poeta, scomparso prematuramente il 13 aprile 2019, lasciandoci un patrimonio poetico tutto da scoprire. L’Ingrato oggi consiglia la raccolta poetica “Stanza N.12” che, pagina dopo pagina, ci accompagna dolcemente all’interno di un mondo amaro che spesso si decide di non voler conoscere, quello del malessere psicologico, dei reparti psichiatrici ospedalieri pubblici e privati, in cui si consumano vite umane, troppo spesso abbandonate e volutamente inascoltate.

Leggi il seguito

ITALIA, UN OBIETTIVO DA COSTRUIRE 

È stata questa una delle ultime affermazioni del professore di diritto costituzionale dell’Università degli Studi di Torino Gustavo Zagrebelsky intervenuto al convegno “Sardine In Erba”, tenutosi lo scorso 25 gennaio al Teatro Erba di Torino. Una dichiarazione d’intenti auspicabile quanto estremamente difficile da realizzare, soprattutto nei tempi odierni. Ma negli occhi e nelle parole del professore tanta speranza, una voce culturale aperta e propositiva nella realizzazione di questo tentativo, atto principalmente a contrastare il ritorno di eventi storici spiacevoli, accaduti nelle nostre zone in tempi relativamente recenti e da cui, pare, non si è imparato nulla. 

Leggi il seguito

CETTO LA QUALUNQUE E CHECCO ZALONE: SCACCO MATTO ALL’ITALIANO MEDIO.

“Cetto C’è Senzindubbiamente” e “Tolo Tolo”: nel primo, padrona la politica e l’orientamento inesistente del popolo italiano in materia; nel secondo, immigrazione e politica, estera e locale. Per chi ha avuto modo di recarsi al cinema noterà che, in entrambi i casi, gli affari pubblici vengono affrontati sotto interessanti prospettive, amaramente veritiere: incapacità di giudizio, massificazione, esasperato radicamento ove non ci sono più nemmeno semi da piantare, superficialità politica e popolare.

Leggi il seguito
Translate »