IL LOCKDOWN E LA TUTELA DELLA SALUTE PSICOLOGICA 

I“Respiratori” per evitare il collasso psicologico di una buona parte della popolazione pare non siano previsti, almeno per il momento. Il risultato è un “lockdown” che forse mieterà più vittime dei malati clinici da Covid-19 e che sta mietendo, a sentire dalle ultime ore, una serie di suicidi a catena, oltre all’aggravarsi delle condizioni già precarie di alcuni pazienti. 

Leggi il seguito

CHE PREZZO HA UNA VITA UMANA?

Che prezzo ha la dignità? A chiunque lo si chieda, la risposta è sempre la medesima: “non ha prezzo”. Eppure, la risposta alla prima domanda è inversamente proporzionale al prezzo che ciascun individuo attribuisce alla dignità di un suo simile. Il tipo di dignità di cui si vuol parlare in questa sede è la dignità e l’etica lavorativa. 

Leggi il seguito

CHE BARBA, CHE NOIA, RAIMONDO!

La raffinatezza e semplicità nell’arte del sollazzo, definito da alcuni “all’inglese”, suscitò un primo successo col programma a stampo satirico “Uno, Due, Tre” andato in onda sul “Programma Nazionale”, la Rai, all’epoca unica trasmittente televisiva, al fianco di Ugo Tognazzi, non senza rischi di polemica e censura: i due protagonisti, in vista di una dei loro spettacoli, condivisero l’idea di rivisitare in chiave comica il celebre “scherzo della sedia” accaduto al Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi all’epoca in carica, alla scala di Milano, durante un tentativo di galanteria nei confronti di una signora. 

Leggi il seguito

CUM GRANO SALIS, ATUM, ARE, CONGIUNTI … GIUSEPPE, MA COME PARLI? 

è buffo pensare come gli stessi soggetti che criticano un linguaggio colto abbiano una connessione, un cellulare, risultano iscritti almeno ad un social network, usano almeno una volta al giorno un termine inglese senza nemmeno accorgersene, dimenticandosi, però, di coniugare correttamente un verbo in italiano e di adoperare una sintassi corretta. 

Leggi il seguito

L’ULTIMA RAPPRESENTAZIONE DELL’ARTE: LA MORTE DELL’UOMO

Covid-19 ha denudato interi Paesi evidenziandone debolezze strutturali ben più profonde di quel che sembrava, a partire dall’ambito sanitario, passando per quello economico fino ad arrivare a quello psicologico. In preda ad una corsa contro il tempo per la risoluzione del problema, che pare sia sempre più distante rispetto alle previsioni sperate, l’arte pare restare in silenzio. 

Leggi il seguito

THE 100: LA SERIE TV CHE COSTRINGE AL SILENZIO DI GIUDIZIO

Non è raro nell’immaginario dell’uomo pensare alla fine del mondo e al suo annientamento. Ma pensare all’uomo non basta: alcune delle sue ossessioni hanno preso forma attraverso romanzi, racconti e pellicole cinematografiche. Fintanto che ci si approssima al termine della quarantena, che vedrà forse l’opportunità di uscire a partire dal mese di maggio, L’Ingrato coccola ancora una volta i suoi lettori con una recensione alla serie TV andata in onda sui canali Mediaset prima, e su Premium poi, che ha colpito e incollato alla TV migliaia di spettatori nel mondo: stiamo parlando di The 100.

Leggi il seguito
Translate »