CETTO LA QUALUNQUE E CHECCO ZALONE: SCACCO MATTO ALL’ITALIANO MEDIO.

“Cetto C’è Senzindubbiamente” e “Tolo Tolo”: nel primo, padrona la politica e l’orientamento inesistente del popolo italiano in materia; nel secondo, immigrazione e politica, estera e locale. Per chi ha avuto modo di recarsi al cinema noterà che, in entrambi i casi, gli affari pubblici vengono affrontati sotto interessanti prospettive, amaramente veritiere: incapacità di giudizio, massificazione, esasperato radicamento ove non ci sono più nemmeno semi da piantare, superficialità politica e popolare.

Leggi il seguito

LA NECESSITA’ STORICO – GENERAZIONALE: UNA  (COMMEMOR)AZIONE CULTURALE

Negli ultimi mesi del 2019 la necessità storica ha voluto che venisse a crearsi, a partire dalla città universitaria tra le più antiche d’Italia, Bologna, il movimento delle “sardine”, chiamato così per la mole di persone che affluirono lo scorso 15 novembre in Piazza Maggiore in protesta alla campagna elettorale del leader della Lega Matteo Salvini, in vista delle prossime elezioni regionali. Il fenomeno ha provocato un’eco nazionale che, da Nord a Sud, presenta delle caratteristiche comuni: antifascismo, pacifismo, cultura, senso di comunità.

Leggi il seguito

QUEI 49 MILIONI CHE SALVINI NON VUOLE PROPRIO RESTITUIRE

salvini è infatti il segretario di un partito di estrema destra nazionalista ed uno di sinistra secessionista.
Spiegazioni politiche non ce ne sono ma quelle economiche sono davvero inquietanti.
Che voglia fare una bad company?

Leggi il seguito

I SECESSIONISTI CHE VOTANO PER I SOVRANISTI

Da quando salvini ha di fatto distrutto la lega nord trasformandola da partito federalista (che come citava il suo articolo 1: ha per finalità il conseguimento dell’indipendenza della Padania attraverso metodi democratici e il suo riconoscimento internazionale quale Repubblica Federale indipendente e sovrana ) abbiamo assistito a comportamenti alterni e ondivaghi nelle schiere che un tempo si professavano secessioniste.
Anche i bossiani di ferro che non sono stati espulsi sono giunti a più miti consigli diventando dei reietti o peggio dei leccaculo.

Leggi il seguito

ECCO LA PATRIA CHE I PATRIDIOTI CI VOGLIONO NEGARE

Cos’è la patria? Un’idea intangibile che ad alcuni richiama sentimenti di profondissima responsabilità, amore, giustizia e perfino nostalgia.
Il concetto stesso di patria tuttavia non è immutabile e cambia a seconda dell’idem sentire che ci viene imposto.

Leggi il seguito

RIVOLUZIONE SCOLASTICA, SALVINI VUOLE PIU’ CARNE DA CANNONE

La cultura è una cosa complessa, la settorializzazione del sapere ci limita e caratterizza, facendoci entrare nostro malgrado in un recinto culturale in cui sentirci protetti ed attorniati di persone che condividono con noi un pensiero, una idea.
Noi ingrati schifiamo questa logica, non siamo armenti da pascere sui campi dell’idiozia ed a coloro che pretenderebbero di toglierci quel senso di superiorità che deriva dall’aver appreso ed accettato che i recinti sono solo per le bestie rispondiamo con un sonoro: “crepa”.

Leggi il seguito

LE PUNTINE DEL MONDO DI Juri Bertoldero

Nel nostro peregrinare on line abbiamo incontrato una persona speciale, Juri Bertoldero, un ragazzo che ha deciso di cambiare schema di pensiero e vivere nel suo camper.
Una esperienza che lo ha cambiato nel profondo, facendolo avvicinare a quello che per molti rimane e rimarrà solo un sogno, quello della libertà di andare ovunque desiderino, di vivere una vita “zingana”.

Leggi il seguito

MA CHE CAZZO…FAI

A Torino il Fai (Federazione Anarchica Italiana, per la gran parte dell’umanità che ne ignora l’esistenza) per darsi un po’ di visibilità si è accanito contro un monumento dello scultore Mario Molinari conosciuto col nome di: “Totem della pace” imbrattandolo con la scritta: “Nessuna pace per chi fa guerra”.

Leggi il seguito

CASTITA’? MA ANCHE NO!

Tralasciando le innumerevoli ed inutili pagine scritte da “sapienti” religiosi sulla base delle ancor più inutili pagine della bibbia ci rivolgiamo alla logica ed all’esperienza, uniche fonti di conoscenza.
L’uomo in quanto tale ha istinti sessuali e negarli causa in lui danni psicologici e traumi enormi, imporgli castità e celibato forzandolo con falsi sensi di colpa è un comportamento criminale che non possiamo accettare.

Leggi il seguito

LA GUERRA TI FA BELLA

Ogni mezzo è buono per portare le masse a patteggiare per l’una o per l’altra parte, destabilizzare è la parola d’ordine, portare il sacrificio di vite umane a tali livelli da divenire intollerabile non funziona più, oggi c’è bisogno di trasformare tutto in uno show perverso.
Ed ecco quindi che appaiono le eroine curde, bellezze “disarmanti” ma decisamente armate a fare da testimonial ad una guerra che come tutte le guerre non ha niente di nobile.

Leggi il seguito
Translate »