IL SUICIDIO ASSISTITO: LE PROSPETTIVE DEL CNB E I FATTORI CHIAMATI IN CAUSA. PT2

La prima fazione rivendica “la difesa della vita umana come principio essenziale in bioetica” in seno ai seguenti assunti: in primo luogo, la legittimazione del suicidio mina la deontologia delle professioni sanitare, le quali, con il giuramento di Ippocrate, sono tenute a “perseguire la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica, il trattamento del dolore e il sollievo dalla sofferenza […] di non compiere mai atti finalizzati a provocare la morte”.

Leggi il seguito

UN PO’ AR MARE NO, EH?

– Busdraghi! Oh Cosa fai tutto vestito d’arancione pari Van Basten?
– Vado alla manifestazione dei Gilet arancioni!
– Bravo! Quelli che fanno i lavori sulla Salaiola svorgono proprio un mestiere pericoloso: rischiano sempre di fa’ la fine der gatto sull’Aurelia e poi cor cardo, d’estate…
– Ma, no! È la manifestazione organizzata dal Generale Pappalardo.

Leggi il seguito

NELLA FIGURA DI CONTE L’ITALIA RITROVA LA SUA STABILITA’

Per troppi anni la politica italiana ci ha fatto conoscere politicanti da strapazzo e nullafacenti, giullari e saltimbanchi, cazzari e criminali, giornalisti e veline.
Di tutto purché non fossero politici capaci, uomini a cui sta a cuore non il proprio tornaconto, ma il benessere della comunità.

Leggi il seguito

IL SUICIDIO ASSISTITO: UN’INTRODUZIONE E UNO SGUARDO ALLA BIOETICA. PT1

Non di rado l’uomo costruisce il proprio vissuto sulla base di un concetto di eternità che viene a svanire solo nel momento in cui si trova davanti al conto da pagare: il fine vita. L’argomento è risaputo essere indigesto all’essere umano, perché questo lo costringe ad una maggiore responsabilità nei confronti della sua salute, del tempo che scorre, e di tanto altro. 

Leggi il seguito

CARA SILVIA, IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE

Dopo la liberazione di Silvia Romano infatti è emersa in tutto il suo squallore quella che a nostro avviso è una peste mentale, una degenerazione sociale, una nichilizzazione intellettuale.
Un morbo che ha colpito troppi di noi e che sancisce de facto a nostro avviso il termine dell’”esperimento democratico”.

Leggi il seguito

CHE BELLO PAGARE LE TASSE

Se fossi nato negli Stati Uniti d’America e mi fossi svegliato il 31 Marzo di notte con 39° di febbre, tosse, dissenteria, avrei perso tutto, il lavoro, lo stipendio, e probabilmente anche la Vita, poiché se non avessi avuto una costosissima assicurazione, non avrei saputo chi chiamare, come ho potuto fare qui in Italia.

Leggi il seguito
Translate »