CARA SILVIA, IL PEGGIO DEVE ANCORA VENIRE

Dopo la liberazione di Silvia Romano infatti è emersa in tutto il suo squallore quella che a nostro avviso è una peste mentale, una degenerazione sociale, una nichilizzazione intellettuale.
Un morbo che ha colpito troppi di noi e che sancisce de facto a nostro avviso il termine dell’”esperimento democratico”.

Leggi il seguito

L’AFFAIRE DI MATTEO, TROPPE PAROLE E POCHI FATTI

Tasselli di un puzzle che ci lasciano intravedere delle chiare acredini umane e politiche e che avrebbero potuto essere risolte rapidamente con 20 giorni di processo disciplinare ma con ogni probabilità non se ne farà nulla.
Salvini, ha colto l’occasione e considerato la continua perdita di preferenze che sta patendo desidera dare una spallata al governo sfruttando questa breccia, perdendo l’ennesima occasione per non dire stronzate.

Leggi il seguito

LA VICESINDACA PUNTA I PIEDINI FASCISTI

Adesso l’affaire AdDuce che stanno cercando di insabbiare in tutti i modi ci deve far capire che malgrado Tragaioli sia uomo di esperienza politica ed amministrativa, accettando questo demoniaco patto con i staliniani ha perso de facto tutta la sua autonomia decisionale e agli occhi di tutti non è altro che un fantoccio nelle mani di una bimba viziata e dei suoi amici potenti.

Leggi il seguito

SALVINI DEBUNKED

Oggi smascheriamo il cazzaro verde che ieri da Massimo Giletti ha fatto del suo peggio e si merita una lezione ingrata.

Iniziamo dalle cose facili: innanzitutto l’uso del “tu” come se fosse un amicone del conduttore (come ha anche detto Scanzi) , il che conferisce all’intervista un tono surreale ed evidenzia la mancanza di rispetto di salvini verso tutto e tutti, Giletti compreso.
Approfondiamo punto per punto indicando pedissequamente i minuti ed i secondi sulla timeline del video al fine di permettervi una verifica puntuale di questo articolo.

Leggi il seguito

QUANDO L’ALBERGO ERA PIO: GLI ANZIANI NEL DIVISIONISMO DI ANGELO MORBELLI

Tra le tante storie particolari che la pandemia consegnerà alla Storia c’è anche quella triste e crudele degli anziani ospiti contagiati, per non dire sacrificati, del Pio Albergo Trivulzio di Milano.
L’albergo fu aperto nel gennaio del 1771 per volontà del principe e filantropo Antonio Tolomeo Trivulzio che nel testamento aveva destinato la sua residenza milanese, adeguatamente ristrutturata, proprio al ricovero di quanti fossero “impotenti per età, per difetto corporale ed infermità, e questi dell’uno e dell’altro sesso […]”. 

Leggi il seguito

QUANDO L’INGRATITUDINE SI TRASFORMA IN BESTEMMIA 

Esistono tanti tipi di ingratitudine, questo la redazione de L’Ingrato lo sa bene.
Esiste l’ingratitudine verso tutto ciò che è falso, borghese, superficiale, la nostra.
Esiste poi l’ingratitudine verso un dono, verso tutto ciò che comporta uno sforzo intellettuale evidentemente troppo umile per rimanere in silenzio quando l’argomento trattato non rientra nelle competenze di una certa categoria di persone. 

Leggi il seguito

ANCHE GLI ALBANESI SFANCULANO SALVINI

Ogni nazione risponde come farebbe qualsiasi di noi, chi con la collaborazione e chi con la chiusura, terrorizzati nel vedere tutti i sacrifici e gli infiniti castelli di carte politici crollare miseramente e lasciarli con un pugno di mosche in mano.
L’Albania, paese povero ma fiero ha optato per una politica di collaborazione e ci ha inviato un contingente medico.
Dono preziosissimo ancorché giunge appunto da una nazione dichiaratamente povera di mezzi.

Leggi il seguito

QUEL SALVINISMO ILLUMINATO CHE CI FA RIBREZZO

Peggio dell’incompetenza c’è la follia idiota di individui che non hanno l’umiltà di accettare la loro iniquità mentale, sociale e culturale e che quindi parlano, ovviamente a vanvera.
Il problema è che questi pessimi esempi di umanità purtroppo bivaccano troppo spesso negli scranni politici, facilissimi da individuare tra le file dei salviniani o in quelle dei patridioti, o anche tra i fondamentalisti cattolici, che Iddio se li porti via.

Leggi il seguito
Translate »