AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO SCONTRO DI IDIOZIE

Siamo d’accordo sul fatto che l’editore “fascista “ non partecipi al salone?
Assolutamente si, egli deve scomparire così come le sue idee, buone solo ad alimentare una subcultura che noi vorremmo solo veder scomparire quanto prima.
Tuttavia questa decisione, in conformità con le parole della venerabilissima Halina Birenbaum, ci sprona a fare di più.

L’IGNORANZA STORICA E POLITICA DEGLI ANARCHICI NO TAV

Per noi il primo maggio è una data da abolire, disoccupati, pensionati e giovani violenti non sono credibili e questo è proprio quello che si vedeva oggi per le vie di Torino.
Festa del lavoro?, ma non diciamo idiozie, ormai chi ha un lavoro se lo tiene stretto e non ha tempo da perdere con questi mentecatti buoni solo a sfruttare il lavoro della militanza per ottenere qualche genere di vantaggio a nostro avviso comunque del tutto incomprensibile.

QUINTO CASSIO LONGINO: L’UOMO GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO?

Leggendo di Longino, che per la tradizione fu colui che trafisse il costato di gesù (volutamente scritto in minuscolo) bisogna evitare di credere nelle assurdità che “vostra madre chiesa” vorrebbe propinarci, ma se con attenzione eliminiamo ogni possibile falsità legata a miracoli e santi possiamo avvicinarci a quello che perlomeno da un punto di vista logico potrebbe essere la verità.

GRETA THUNBERG,  QUELL’ICONA DI MARKETING CHE CI MERITIAMO

Greta Eleonora Thunberg Ernman, ormai tutti ne parlano, è una fanciulla del nord che a gran voce cerca di crepare le nostre false certezze verso l’attuale sistema economico e politico che, cieco verso gli equilibri della natura, sta portando il mondo verso un abisso di distruzione.
Critiche piovono da ogni parte su questa ragazza che, va’ detto, altro non è che un prodotto di marketing perfettamente congeniato.

RIAPERTURA CASA CHIUSE: SI O NO? – VOTA ANCHE TU –

Nel 1958 entra in vigore la legge Merlin che sancisce la chiusura delle case di tolleranza. Da quel momento, in molti hanno invocato la riapertura dei bordelli, ciononostante questo non è mai avvenuto. Vediamo più da vicino il fenomeno.

ABOLIRE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE – SONDAGGIO –

nel ventennio un buon comico se la cavava con un po’ di mazzate ed un cordiale di olio di ricino, oggi invece si schierano i lanzichenecchi dei media contro chiunque abbia l’ardire di suggerire un differente punti di vista, distruggendone la credibilità in perfetto stile CIA.

CARL GUSTAV JUNG: UNA MENTE DA NON DIMENTICARE MAI

Carl Gustav Jung è stata una delle menti èiù brillanti di sempre e le sue ricerche vanno a fondo ai problemi della società. Se non ci credete, leggete l’articolo.

CARA MUSICA ITALIANA, CHE TI SUCCEDE?

La musica di un tempo era proprio ganza, fino a qualche anno fa, il panorama musicale italiano aveva alla propria vetta artisti di calibro non indifferente. Pensiamo ad artisti come Giorgio Moroder (ormai finito nel dimenticatoio), Lucio Battisti, Rino Gaetano e non dimentichiamoci del maestro, Franco Battiato, giusto per citarne alcuni.
Cosa ne pensi di questo articolo? Diccelo con un commento e non dimenticare di mettere mi piace alle pagine Facebook “L’ Ingrato” e “L Ingrato sul territorio”.

DISAGI SOCIO-URBANISTICI DEI PICCOLI COMUNI

I piccoli paesi, come per esempio i borghi rappresentano il tessuto urbanistico primigenio del nostro paese.
C’è chi ci vive per uscire dalla caotica monotonia delle grandi città e chi invece perché il proprio albero genealogico in essi ha le sue origini.
Cosa ne pensi di questo articolo? Diccelo con un commento e non dimenticare di appoggiarci mettendo un “mi piace” alle pagine Facebook “L’ Ingrato” e “L’ Ingrato sul territorio”.

NICK CAVE, UN VIAGGIO TRA AMORI PERDUTI, ANGOSCIA E REDENZIONE

C’è molto da dire di Nick Cave, una creatura che sembra uscita dai bassifondi della Parigi dello spleen o forse addirittura da un incubo di Lovecraft.
Quella fisionomia consumata dagli eccessi e dal dolore, quegli occhi tetri e profondi, quella persistente oscurità che lo avvolge.
Tutto concorre ad alimentare quell’allure da poeta maledetto che lo contraddistingue come un fil Rouge che dagli esordi nei primi anni 70 lo ha portato ad essere una delle più influenti icone della musica contemporanea.