LUIGI DI MAIO: MACELLAIO DOGMATICO

Luigi di Maio: l’ incoerenza quasi svergognata (si potrebbe dire da “faccia di tolla”) del candidato in pectore di un movimento politico che tritava consensi sulla base della coerenza e della fermezza, di valori non negoziabili, ovviamente visti come una panacea dall’elettore stanco, deluso, avvilito, frustrato da anni di generale innettitudine della classe politica di governo.

L’AUTOCOMPIACIMENTO ESTETICO DELL’ORRORE

Analfabeta funzionale è colui che è incapace di ricostruire ciò che ha appena ascoltato, o letto, o guardato in tv e sul computer. È di fatto un incapace!
La (relativa) complessità della realtà gli sfugge, coglie soltanto barlumi, segni netti ma semplici, lampi di parole e di significati privi tuttavia di organizzazione logica, razionale, riflessiva.
Ha perduto la funzione del comprendere, e spesso – quasi sempre – non se ne rende nemmeno conto.

MARILYN MANSON E L’IPOCRISIA PERBENISTA DELLA BEAUTIFUL PEOPLE

Quando si pronuncia il nome di Marilyn Manson la maggior parte delle persone pensa subito ad uno stralunato personaggio con delle strane lenti a contatto, vestiti di pelle neri e satanismo. Questo perché l’oscurantista macchina del perbenismo ha alimentato negli anni la convinzione che la rockstar americana sia un indefesso satanista intento a divulgare il messaggio del Signore degli Inferi attraverso i testi delle sue canzoni. Per anni Manson (la rockstar) è stato oggetto di una delle più massicce e pericolose gogne mediatiche messe in campo dalla società americana.

OPERAZIONE NOSTALGIA, QUANTO SI STAVA BENE QUANDO SI STAVA PEGGIO

Guardandosi un po’ in giro l’andazzo sembra quello. La sensazione è che si stia vivendo una sorta di rassegnazione culturale secondo la quale tutto quello che c’era e che si faceva prima era decisamente meglio rispetto a quello che si può fare oggi. Con tutte le dovute eccezioni del caso, molto probabilmente questo è un discorso che può stare in piedi per determinate dinamiche o situazioni.

E SE AVERE UNA PROPRIA OPINIONE FOSSE IL VERO SCANDALO?

Un mal di stomaco fortissimo. E’ questa la sensazione che provo in questo periodo su diversi fronti della vita di tutti i giorni. Un mal di stomaco fortissimo che non ne vuole sapere di accennare a placarsi e che nessun antiacido sembra in grado di far passare. Il vero motivo di questo malessere è da ricercarsi in due grandi fattori che stanno, purtroppo, alla base dell’attuale modo di intendere la stragrande maggioranza delle cose del nostro quotidiano.