FLAVIA RIVA ED ILSUO INFINITO AMORE PER I GATTI.

Già da neonata, il suo legame con la natura e sopratutto con gli animali, nella fattispecie per i gatti è risultato evidente, nella culla era sempre circondata da queste bellissime creature, quattro micine che durante l’inverno si accoccolavano vicino a lei per tenerla al caldo.

ANDIAMO NELLA FORESTA A FARE IL LUPO

Ecco le notizie che ci cadono addosso: lupi che tornano nelle Alpi e negli Appennini che aggrediscono le greggi in montagna, popolazioni impreparate senza cani maremmani nati per difendere i pascoli…

A YULIN SI PALESA L’INUTILITA’ UMANA

V’è una città, nel sud della Cina dove ogni anno per “tradizione” si organizza un importante festival gastronomico che tuttavia a noi occidentali fa’ l’effetto di un violento e barbaro pugno sullo stomaco.
Il festival infatti è incentrato sulla vendita della carne di cane, un business che in Cina consente a migliaia di famiglie di poter sopravvivere in una economia complessa e fortemente competitiva.
Le condizioni degli animali sono terribili, ammassati in piccole gabbie, pungolati con lunghi bastoni, cotti su graticole improvvisate per essere smembrati e venduti agli avventori degli innumerevoli banchetti fieristici di quella che pare essere più un’ecatombe che una festa.

100 ANIME PURE ARDONO TRA LE BRACI DEL GATTILE DI RHO

Il gattile di Rho è andato a fuoco, e l’inferno si è portato via con sè più di 100 gatti colpevoli di essere rinchiusi lì in quello sciagurato disastro.
Ancora una volta non capiamo perché debba essere la specie animale ad espiare le colpe degli uomini, fino alla morte e alla morte più atroce.

SE LO ABBANDONI NON SEI NESSUNO

L’umanità non perde mai occasione di sottolineare con veemenza la sua stupidità. L’avvento dei social network ha permesso, nel corso degli anni, di dare voce anche a chi purtroppo dimostra sempre di non comprendere quanto alle volte il silenzio sia una vera e propria benedizione. E anche se si dovesse essere lontani dalla tecnologia, purtroppo le cose non migliorano.

IL TUO MICIO HA CALDO? Scopri come evitare il colpo di calore.

L’estate si sta avvicinando e tra poco le temperature si faranno fastidiose, non solo per noi ma anche per i nostri amici mici.

Il gatto è un animale che normalmente ha una temperatura corporea che si aggira intorno ai 40°, di conseguenza per loro l’aumento della temperatura esterna è molto più fastidiosa che per noi.
Per evitare pericolosi colpi di calore consigliamo di prendere delle precauzioni semplici ma importanti.

AIUTATECI A TROVARE JOSH, IL CANE SMARRITO

Il Setter Breton il 7 maggio è fuggito a Torino dalle cure suo dog sitter mentre era a spasso.
Le ricerche continuano per tutta la città e numerose sono le segnalazioni di persone che lo hanno avvistato.
L’ultima segnalazione lo colloca in zona corso regio parco.

ANALFABETI CHIOGGIOTTI MINACCIANO LAURA DORIA

Di questa gentaglia è pieno il mondo ma a quanto pare a Chioggia, un comune italiano di 49 525 abitanti della città metropolitana di Venezia in Veneto ve ne sono taluni particolarmente feroci e volgari come solo un vero ignorante può essere.
Nel loro aberrante desiderio di nichilizzare e distruggere sono arrivati ad attaccare pubblicamente l’operato di una cittadina che sta difficoltosamente lottando per realizzare un giardino per i nostri amici a quattro zampe, affinché siano al sicuro dai pericoli della città e possano correre e giocare, ed anche espletare i loro bisogni in un luogo specificatamente progettato.

SALVIAMO MIRO – FIRMATE LA PETIZIONE

Uomini e cani sono insieme dalla notte dei tempi.
Potrei raccontare milioni di storie di questo legame antico e profondo, partendo da quella di Argo e della sua attesa tenace e testarda, tanto da essere l’unico a riconoscere il suo padrone dopo vent’anni, donandogli un ultimo saluto affettuoso; le storie di Fido, Hachiko, Greyfriars Bobby e Shep, tutti emblemi di fedeltà e affetto inossidabili. Ci sono talmente tante storie in ballo, storie famose o che non vengono raccontate, che ripercorrere questa amicizia lunga 15.000 anni per intero è impossibile.

STERILIZZAZIONE FELINA, UN GESTO DI CIVILTA’

È credenza diffusa che una normale attività sessuale sia una condizione imprescindibite per avere un gatto felice. In realtà per i nostri animali la sessualità ha solo un fine procreativo privo di particolari coinvolgimenti. Naturalmente nulla ci vieta di fare accoppiare il nostro gatto, ma dobbiamo tenere presente le conseguenze che ciò comporta. Una femmina, lasciata libera di accoppiarsi, è in grado di mettere al mondo due cucciolate all’anno con una media di quattro o cinque cuccioli. Una volta svezzati questi gattini vanno poi collocati presso delle famiglie adottive. Un compito difficile già quando il gatto è di razza, figuriamoci quando si tratta di gatti comuni. È chiaro quindi come sia più saggio e responsabile sterilizzare la propria gatta o castrare il proprio gatto.