MERENDA ILLUSTRATA AL MOSSETTO (TORINO)

Sabato 15 Dicembre al Circolo Mossetto in Lungo Dora Agrigento 16 (Torino) alle ore 18.30

QUANDO LA PROPAGANDA VALE PIU’ DELLA GIUSTIZIA

La maledetta “Fevrè” da social network non abbandona il ministro salvini, un post pubblicato in concomitanza di una operazione della magistratura ha rischiato di danneggiare i risultati di mesi di lavoro e di indagini delle forze dell’ordine.
Questo è il paradosso della moderna “politica”, completamente cieca di fronte al buon senso ed alle più basilari regole della legalità e per la quale un buon tweet vale molto di più del reale vantaggio civile.

L’ATTUALE GOVERNO E’ UNA RAPPRESENTAZIONE DELLA PSICOPATIA DELLA SOCIETA’?

Le strade della nostra penisola potrebbero presto trasformarsi in un videogame, non riesco a decidermi se più simili a “GTA5” o “Red Dead Redemption II”.
Insomma, pura violenza esponenzializzata da droghe e psicopatia o qualcosa di più romantico in stile western, dove vendicatori mascherati semineranno terrore basandosi sugli inquietanti dettami del salvinipensiero.

A PROVA DI ERRORE

Gli inquietanti venti di guerra che ci fanno rabbrividire in questi giorni in cui opposti schieramenti di navi e di uomini si fronteggiano nello stretto di Kerch ci ricordano con fin troppa prepotenza che la nostra specie a quanto pare ha la triste attitudine a camminare sull’orlo di un abisso insondabile.

ORADOUR SUR GLANE,  muta testimone della barbarie umana.

Esisteva un luogo in cui uomini e donne lavoravano, amavano, vivevano.
Bambini giocavano e crescevano, correndo per le strade ed i campi di un luogo che non esiste più.
Una città francese che smise d’essere il 10 Giugno del 1944.

EVENTO: Straniero e Cittadino

Seconda puntata di un importante lavoro – svolto dal coordinamento interconfessionale “Noi siamo con voi” – sul tema dell’integrazione (intesa anche nel senso di “interazione “ delle persone e delle comunità immigrate nella nostra Regione). Il convegno, dal titolo “Straniero e cittadino” si terrà venerdì 23 novembre dalle 17:00 alle 19:00 presso il Centro culturale dell’Istituto Buddista Soka Gakkai di corso Bramante 58, int. 9 a Torino (arrivando da Corso Unione Sovietica, superato il cavalcavia, si gira a sinistra, ritornando indietro e tenendo il cavalcavia sulla sinistra, passando sotto lo stesso cavalcavia).

TIAHUANACO E PUMAPUNKU, LE CITTA’ DEL MISTERO IN BOLIVIA

Parliamo oggi di due luoghi magici, non proprio a due passi da noi ma decisamente importanti sia da un punto di vista archeologico che storico.
Due città antichissime, la cui datazione sfugge alle tecniche attualmente usate dagli archeologi e dagli scienziati che per anni si sono dedicati a svelare il grande segreto che le avvolge in una mitica nebbia di ancestrali ricordi.

PECULATO: PREGIUDICATI E CONDANNATI LIBERI DI “GOVERNARE”

Di schifezze tutti i governi di questo mondo ne hanno fatte a bizzeffe ma, osservando il comportamento dei salviniani ci rendiamo conto della bassezza a cui ormai ci hanno abituato.
Con loschi intrighi di palazzo hanno fatto passare una legge che di fatto salva, come la popolare carta del Monopoly, tutta quella massa di volgari pregiudicati e condannati che Salvini si è trascinato dietro, dai bassifondi di partito da cui proviene.

IL DOVERE MORALE DI MANDARLI A… ZAPPARE

E’ da qualche tempo che non scriviamo più considerazioni su questo governo, neanche l’inadeguatezza di Toninelli era riuscita a smuoverci dalla nostra letargia politica ed i fatti quotidianamente riportati dai media ci apparivano come sfuocate scene di un film dell’orrore o peggio di una tragicomica commedia.
Nausea e disgusto ormai sono le nostre sensazioni dominanti, lo sdegno ha lasciato il posto ad una impellente e prepotente necessità di costruire un rifugio sacro in difesa degli elementari valori umani che ogni giorno vengono schiacciati dal populismo e dall’ignoranza.

L’ORDINE DEI GIORNALISTI NON ACCETTA GLI INSULTI DEI GRILLINI

L’ordine dei giornalisti scende in piazza.
In tutta Italia professionisti, pubblicisti e cittadini si sono riversati oggi in innumerevoli piazze per difendersi dalle becere accuse di questo governo iniquo e pressappochista.
A fronte degli insulti volgari e populisti da parte del M5S non ci può essere che una decisa e diretta presa di posizione a favore del diritto all’informazione ed alla libertà, valori che evidentemente infastidiscono enormemente le compagini al potere.
Di seguito tre interviste sul campo, realizzate da Enrico Cignatta, che hanno lo scopo di definire il punto di vista dell’ordine in Piemonte.
Il nostro punto di vista è ovviamente a favore della libertà, oggi stuprata dallo stesso governo che dovrebbe difenderla.