VENDO SOGNI, NON SOLIDE REALTA’

Le chiacchiere da bar che hanno scaldato gli animi degli italiani in questa eterna campagna elettorale si sono dissolte dinanzi alla dura realtà dei fatti.
Il sogno di un’ Europa a trazione salviniana non si è realizzato e la cocente sconfitta che il “padre di tutti gli italiani” ha subito nelle elezioni europee brucia ancora.

LA RELIGIOSITA’ DELLA POLITICA DA STADIO

Siamo nel 2019 e ci sono ancora delle concezioni assolutamente obsolete e arcaiche della realtà che possono fare dei danni incalcolabili.

LA SUBCULTURA DEL BARETTO: UN FENOMENO DA ANALIZZARE

In Italia, ora come non mai, esiste una parte molto ampia della cultura generale che vede le persone (specialmente quelle dei piccoli centri abitati) a consumare delle parti molto consistenti della giornata nei bar. Fin qui la cosa potrebbe non significare niente, eppure ci sono delle considerazioni da fare.

DI MAIO E SALVINI, SCHIAVI DEL PENSIERO GENTISTA

Ora come non mai i social network stanno imbavagliando il reale pensiero dei 2 noti politici, questi due individui dovevano essere l’emblema della spontaneità e della libertà di parola e di pensiero, tuttavia i fatti (purtroppo) non sono affatto così.
Andiamo con ordine per cercare di capire più a fondo i problemi che stanno tormentando i 2 politici nostrani.

MOVIMENTO 5 STELLE: COSA TI E’ SUCCESSO?

Il movimento 5 stelle doveva essere una forza politica nuova, ma si è dimostrato esser fatto della stessa pasta dei precedenti partiti (se non peggio); cerchiamo di ripercorrere la storia del noto gruppo politico. Il movimento 5 stelle è un’associazione di cittadini fondata nel 2009 dal comico e attivista politico Beppe Grillo e dall’imprenditore del web Casaleggio.

ORADOUR SUR GLANE,  muta testimone della barbarie umana.

Esisteva un luogo in cui uomini e donne lavoravano, amavano, vivevano.
Bambini giocavano e crescevano, correndo per le strade ed i campi di un luogo che non esiste più.
Una città francese che smise d’essere il 10 Giugno del 1944.

L’ORDINE DEI GIORNALISTI NON ACCETTA GLI INSULTI DEI GRILLINI

L’ordine dei giornalisti scende in piazza.
In tutta Italia professionisti, pubblicisti e cittadini si sono riversati oggi in innumerevoli piazze per difendersi dalle becere accuse di questo governo iniquo e pressappochista.
A fronte degli insulti volgari e populisti da parte del M5S non ci può essere che una decisa e diretta presa di posizione a favore del diritto all’informazione ed alla libertà, valori che evidentemente infastidiscono enormemente le compagini al potere.
Di seguito tre interviste sul campo, realizzate da Enrico Cignatta, che hanno lo scopo di definire il punto di vista dell’ordine in Piemonte.
Il nostro punto di vista è ovviamente a favore della libertà, oggi stuprata dallo stesso governo che dovrebbe difenderla.

IL POPULISMO E LA SUA “GRANDE BELLEZZA”

Se pensiamo che il populismo sia un’ideologia che nasce e prende consistenza attorno al 1850 nelle campagne Russe, se ancora realizziamo che aveva il fine di creare opposizione alla mentalità borghese di allora, subentra inevitabilmente l’interrogativo di come questa sub-ideologia politica possa aver acquisito ad oggi la popolarità che ognuno di noi può inevitabilmente osservare.

C’E’ ANCORA SPAZIO PER LA POESIA?

Che tipo di valore possiamo dare alle emozioni oggi? In tempi in cui la tecnologia ha ampiamente superato ogni possibile concetto umanamente immaginabile, entrando di preopotenza all’interno della nostra quotidianità questa è una domanda dannamaente attuale alla quale però pare sia difficile dare una risposta vagamente esaustiva.

LO SLOGANISMO SALVINIANO ACCOGLIE ED ALIMENTA LA TRASVERSALITA’ DELL’IGNORANZA

Noi Ingrati ci assumiamo il doveroso compito dell’analisi delle azioni salviniane e l’idea di chiudere i porti ci sembra un palliativo del tutto inutile.
Poiché per risolvere il problema dell’immigrazione incontrollata servirebbe un piano ben definito e condiviso con i partner europei.