“CLIMA” D’ODIO, lettera aperta a Greta Thunberg

Cara Greta Eleonora Thunberg Ernman, predichi un’idealistica utopia che mai si avvererà.
Ben vengano le dichiarazioni di eguaglianza e popolar livellamento a favor dello popolo impauperito e sparuto.
Ben vengano le ciarliere critiche da bar rivolte alli governanti tutti dello globo terraqueo.

Leggi il seguito

IL GUSTO DELLA STRADA

Sabato scorso l’affamata redazione dell’Ingrato, mai paga di gastronomiche porcitudini, si è recata con famelica curiosità presso lo Street Food Festival di Beinasco, giunto quest’anno alla sua seconda edizione. Tra i numerosi ed invintanti effluvi provenienti dai diversi stand presenti all’evento due in particolare hanno stuzzicato con veemenza gli olfatti e il gusto degli Ingrati.

Leggi il seguito

Ristorante delle Alpi

Dal 1981 i fratelli Signore, gestori del Ristorante “Delle Alpi” di Torino, offrono una vasta cucina adatta a soddisfare qualsiasi esigenza della propria clientela: dai palati più raffinati a quelli più semplici.
Gli amanti del pesce potranno trovare prodotti freschi come ostriche, cozze alla marinara, linguine all’astice…… e tutto ciò che può soddisfare i Vostri appetiti!
Per i più tradizionalisti una vetrina di antipasti che spaziano di regione in regione, primi preparati nella migliore tradizione italiana, secondi di carne e dolci.
Infine sia a pranzo che a cena potrete gustare una buona pizza.
L’impegno dei titolari, che “in primis” lavorano nella gestione della cucina e della sala, è di mantenere sempre il buon equilibrio fra qualità e prezzo.
Il Ristorante “Delle Alpi” dista poco più di un chilometro dalla Reggia di Venaria Reale, e può offrire fino a 150 posti a sedere con possibilità di comodo parcheggio.
Si effettuano menù personalizzati per ogni tipo di cerimonia. Il Ristorante, infatti, è dotato di un ampio salone per le Vostre ricorrenze.
A disposizione servizio catering, coffe break, cocktail, pranzi e cene di lavoro.

Leggi il seguito

SALVINI COME GARIBALDI

salvini è come Garibaldi.
“Votate me, voglio la poltrona” gridò Matteo Salvini durante la battaglia di Sicilia quando le sorti dello scontro sembravano dovessero
favorire i siciliani. E’ uno degli episodi più tristi della storia Italiana.
Lo sterminatore del nord, dopo aver annientato il suo movimento cerca voti al Sud.

Leggi il seguito
Translate »