TROPPE PAROLE E NESSUN FATTO

forse si faceva riferimento a probabili disordini sociali? o sulla tenuta della democrazia? decisamente suonerebbe come una minaccia ed Il Presidente ha immediatamente e freddamente risposto:”Ne prendo atto”.

IL BACINO LIBERALE CERCA UN LEADER CREDIBILE

C’è stato chi in Italia aveva compreso come un attacco politico, fosse esso costruttivo o distruttivo, potesse divenire un valido strumento di propaganda.
Questa strategia è stata ben recepita da matteo salvini, che forte del potere che esercita sulle deboli menti che lo osannano, sfrutta questa massima a suo vantaggio senza curarsi delle ripercussioni sociali che tale comportamento rischia di generare.
Ad ogni fake news postata dai suoi adepti, per settimane si sono susseguiti innumerevoli post sdegnati ed allibiti che cercavano di riequilibrare la bilancia tra verità e follia.

SALVINI NON FA RIMA CON GRILLINI

Lui chiede cosa vogliamo, ebbene noi sappiamo cosa vogliamo, un’Italia che salvini non potrà mai rappesentare poichè non è in grado di capirne la profondità, la storia, la logica.
Non è in grado di immaginarne il futuro, non è in grado di sostenerne il peso.
Ecco sogno un mondo salvinifree, populism free, idiot free.

SI PALESA IL SORDIDO DISEGNO LEGA / 5 STELLE

Noi Ingrati da tempo continuavamo a ripetere che votare la lega sarebbe equivalso a votare il pattume grillino.
La storia ci ha dato ragione, oggi i servi di salvini in parlamento hanno votato per la grillina Bernini, fregandosene bellamente del loro elettorato, che scopre oggi di essere stato tradito.

IN ARRIVO IL GOVERNO DELLE DEMAGOGIE PARLAMENTARI

Questo Downgrade strutturale causato dalla vittoria dei movimenti qualunquisti-populisti sarà fonte di un periodo angoscia sociale e di piattume.
Se un governo ci sarà probabilmente sarà composto da una mega alleanza in salsa fantozziana composta da grillini, leghisti e forzisti.

LA VITTORIA DELL’IGNORANZA E DEL MENTECATTISMO

L’election day è terminato, in questa giornata uggiosa si delinea un quadro politico in cui di fatto non esiste alcun vincitore.
Tra camera e senato le variazioni dei vari partiti sono minimali e di fatto il quadro è quasi speculare.

DI MARONI CE NE VOGLIONO DUE

Da quelle righe vaticinanti si evince una drammatica verità, traspare un salvini mediocre, scevro di ogni capacità ed astuzia politica, più propenso a dispensare minacce piuttosto che a comprendere e valutare, inabile al confronto ed incapace a relazionarsi umanamente con chiunque abbia idee anche leggermente ostili al “salvinipensiero”.

SALVINI RIDICOLO E RIDICOLIZZATO

In seguito alla notizia che dopo una cena formale ad Arcore a casa di Silvio Berlusconi, il centro destra italiano pare abbia siglato ufficialmente l’alleanza in vista delle prossime elezioni, un triunvirato composto da Silvio, Giorgia Meloni e salvini.
Una bella fotografia distribuita sui social network in cui i tre posano davanti ad un sontuoso albero di natale è stata considerata da molti il segno della fine delle ostilità tra forza Italia a leiga salviniana.
Niente di più falso.

ROSATELLUM, OVVERO COME OTTENERE UNA POLTRONA ED ESSERE FELICI

Il Rosatellum Bis, è stata approvato alla Camera, in attesa del voto del Senato possiamo incominciare a spiegare brevemente quali sono le caratteristiche di questa legge elettorale e valutare i motivi che hanno spinto i partiti più in vista dello stivale a votarla.
Parliamo di un sistema misto tra proporzionale e maggioritario che di fatto non da alcun vantaggio ai partiti in quanto non esiste più il premio di maggioranza ed inoltre in relazione alla sua strutturazione si predispone a sviluppare un governo di larghe intese, senza il quale nessuno riuscirebbe ad avere la benché minima possibilità di governare.

CARA POVERA ITALIA

Andando avanti di questo passo, le vacche che rimarranno, saranno soggette solo alla macellazione halal.