GIOVANI SALVINIANI, PICCOLI NAZISTI ALLO SBARAGLIO

Elezioni, Storia

L’M.G.P. che adesso di fatto dovrebbe chiamarsi M.G.S. ovvero Movimento Giovani Salviniani è assurto all’onore delle cronache in questi giorni per la deprecabile azione che hanno messo in opera a Busto Arsizio.
Estremo Il disagio delle menti plagiate, durante i giorni dedicati alla commemorazione della shoah, il populismo salviniano porta dei mentecatti decerebrati a bruciare umani simulacri.
In origine l’MGP fu creato da Bossi ma comprendendo il pericolo che essi rappresentavano, decise di concludere forzosamente l’esperimento, in quanto comprese che in questa struttura potevano essere ospitate delle schegge impazzite potenzialmente deleterie per la tenuta democratica del paese.
All’interno della lega ci fu un’opposizione da parte di alcuni che oggi ricoprono cariche verticistiche e che permisero ai giovani padani di continuare la loro opera di seminatori d’odio e di violenza, con il beneplacito della nuova dirigenza.
Gli stessi individui che un tempo li avevano difesi si trovano oggi a rimpiangere le loro scelte, trasformandosi da piromani a pompieri cercano adesso di minimizzare il comportamento di costoro.
Dato che l’M.G.P. (o M.G. S.) ha dei responsabili, costoro devo assumersi l’onere della responsabilità di questo gesto.
Non solo prendendo le distanze, ma dimettendosi per la loro evidente incapacità di coordinare un gruppo di giovani e per la loro responsabilità nell’averli plagiati e resi di fatto un gruppo di decerebrati violenti e pericolosi.
Egli credeva di avere la vedenza ma infine era cieco.

Christian Longatti
Andrea Gunetti