PROCI SALVINIANI

Per definire i salviniani non mancano certo i termini, “PROCI” è decisamente uno di quelli più adatti.
Costoro erano giovani nobili di Itaca e delle isole e territori vicini che aspiravano al trono di Ulisse.
Il problema è che Ulisse era un nobiluomo, astuto come una faina, prestante come una lonza, bello come un bronzo di Riace.

QUANDO VUOI RAGGIUNGERE DIO, MA LUI NON TI VUOLE

e vie del Signore sono infinte, recita un famoso detto. Ma non sempre queste ultime sono prive di ostacoli. Ne sa qualcosa il vescovo di Brindisi-Ostuni, Domenico Caliandro, il quale durante la processione del Corpus Domini è stato vittima di un episodio che in breve tempo è diventato virale nel corso dell’estate.