ELIJAH CRAIG SMALL BATCH, IL PADRE DEL BOURBON WHISKEY

in evidenza, Notizie, Personaggi, Storia

E’ proprio il caso di dirlo: in questo caso il sacro si mescola con il profano con una destrezza degna di nota. Questo perchè la figura di Elijah Craig non è stata solo quella del devoto uomo di chiesa, educatore e predicatore di fede battista ma anche di abile uomo di affari in grado di realizzare una delle bevande  di cui il genere umano può vantare di aver creato: il bourbon.

La genesi di questo vero e proprio nettare degli dei alcolici nacque per caso: in seguito ad un incendio che si sviluppò in distilleria il reverendo Craig recuperò e riutilizzò alcune botti carbonizzate, il cui legno diede al bourbon il suo caratteristico colore ambrato e il suo gusto inconfondibile.

Più in particolare, l’Elijah Craig Small Batch viene prodotto in una quantità limitata di lotti, rendendolo di fatto un prodotto unico con una quantità di duecento botti per ogni lotto di produzione. Altra caratteristica che rende unico questo bourbon è il suo periodo di invecchiamento, che varia dagli otto ai dodici anni.

Elajah Craig l’uomo aveva molteplici aspetti: oltre ad essere un imprenditore che vendeva distillati egli era infatti anche un fervente predicatore della chiesa battista della Virginia: fu infatti il fondatore del  college americano di Georgetown, uno tra le scuole più famose e blasonate del mondo.

Insomma una figura che ben si è divisa tra ciò che è sacro e ciò che è profano: prima ti tenta con l’inconfondibile e luciferino gusto del Bourbon per poi redimerti per tutti i tuoi peccati. Amen fratelli!

Hank Cignatta