FUMARE IL SIGARO, quale scegliere la prima volta.

Alberto, proprietario della antica tabaccheria Carlo Alberto di Venaria Reale ci introduce all’affascinante mondo del lento fumo.
Oggi parleremo di quali sigari scegliere e come apprezzarne le caratteristiche.

MODIGLIANI, L’AROMA FRUTTATO DEL SIGARO TOSCANO

Amedeo Modigliani, pittore e scultore livornese, è stato un artista dallo sconfinato talento e dalla grande personalità. Famoso per i suoi ritratti femminili che ritraggono soggetti dai volti stilizzati e lunghi colli stilizzati, la storia personale ed artistica del ritrattista toscano ha da sempre avuto un fascino sull’arte. Sono infatti numerosi gli omaggi fatti a Modì dalla letteratura, dalla musica, passando per il teatro e il cinema.

ITALICO CORTESE, UN ONDATA DI RAFFINATO GUSTO

Nel panorama del fumo lento, dove il Toscano rappresenta il sigaro italiano per antonomasia anche nel mondo, nuove realtà si sono affacciate sul mercato con alterne fortune andando a competere con marchi più blasonati dalla storia più che comprovata. Questo non significa che tra essi non ci siano delle piacevoli eccezioni e il Moderno Opificio del Sigaro Italiano è sicuramente uno di questi.

DAVIDOFF PRIMEROS ESCURIO, QUALITA’ ED ELEGANZA IN FORMATO TASCABILE

Il marchio Davidoff ha saputo, negli anni, elevare il concetto di qualità ed eleganza all’interno del mondo del fumo lento. L’azienda elvetica ha da sempre dedicato molta importanza alla cura dei dettagli, i quali hanno permesso di elevare il concetto della degustazione di un sigaro ad una vera e propria arte. Per venire incontro alle frenetiche esigenze dell’era moderna Davidoff ha saputo creare un prodotto capace di regalare una pausa relativamente veloce senza rinunciare alla qualità e alle emozioni uniche che solo il fumo lento sa regalare.

CAMACHO CRIOLLO, “L’INFAME” GUSTO DI UNA PAUSA DI QUALITA’

Nel corso delle nostre ricorrenti scorribande tra le riserve più nobili del fumo lento, questa settimana l’attenzione de L’Ingrato Smoking Club si è focalizzata su un prodotto che non avevamo ancora avuto il piacere di recensire fino ad ora. Tra i vari Davidoff Primeros, Cohiba, Romeo y Julieta, Partagas e Montecristo un nome si eleva dalla vetrinetta nella quale esso era risposto per sbaragliare tutta quella blasonata concorrenza.

PARTAGAS CLUB 10, UN AFTER COFFEE DA RE

Il nome del Partagas è sufficiente per indicare uno dei marchi di sigari cubani più pregiati ed apprezzati al mondo. Spesse volte non si ha sufficiente tempo a disposizione per dare le giuste attenzioni alle fini sfumature emotive che il fumo lento è in grado di trasmettere. Una storia fatta di qualità e tradizione che si coniuga oggi con le moderne esigenze di una società che va sempre di corsa.

ROMEO Y JULIETA PETIT CHURCHILL, QUANDO LE DIMENSIONI NON CONTANO

L’azienda Habanos SA detiene il monopolio della vendita e della produzione dei sigari cubani, esportando in tutto il mondo la filosofia di questo particolare e fine segmento del fumo lento. La qualità di tali sigari viene declinata attraverso marchi diversi ma ugualmente famosi ed importanti tra i quali figurano Bolivar, Cohiba, Cuaba, Fonseca, H. Upmann, Hoyo De Monterrey, Montecristo, Partagas e Romeo Y Julieta sono per citare i più rinomati.

IL COLONIALE, IL SIGARO FINE CHE NON IMPEGNA

Come detto già detto nel corso di altre recensioni, è innegabile il ritorno in auge del sigaro e il fascino della scoperta del fumo lento. Questa affascinante realtà interessa un numero sempre maggiore di persone in quanto rappresenta l’essenza stessa della tranquillità, un modo interessante per dedicarsi del tempo di maggior livello qualitativo che coniuga arte e tradizione.

ITALICO BIANCO STELLATO, AROMATICA SORPRESA

La mia personale esperienza all’interno del fantastico universo del fumo lento ha avuto inizio con i Toscani ammezzati all’anice. Mentre cercavo di verificare se mi piacesse il sigaro, decisi di buttarmi su un gusto che amo particolarmente in grado di abituarmi anche alla robustezza e alla corposità di sigari non aromatizzati.